Seguiamo i lavori

Carissimi amici,

le festività pasquali hanno determinato una sospensione nella produzione di materiale fotografico legato al nostro territorio in quanto una mia assenza da Mola è tecnicamente determinante per il sito. Ho trascorso le festività in Abruzzo e Roma dove ho potuto dar sfogo a questa mia passione.  Rientrato a Mola, era mia intenzione riprendere la documentazione sullo stato di avanzamento dei lavori sul fronte mare, purtroppo, però, ho trovato ostacoli ed anche indirettamente avvertimenti. Subito non ho capito il perché, poi riflettendoci sopra ho fatto delle considerazioni legate strettamente al potere che può avere una immagine fotografica. Comunque i lavori procedono con celerità, nel tratto che va dal porto alla mena S. Antonio sono state interrate tubazioni varie e tracciata con paletti la futura sede stradale. Attualmente i lavori si sono spostati nel tratto adiacente a Portecchia dove sono in costruzione blocchi di cemento. Alcune ditte che hanno preso in subappalto i lavori sono molesi, e questo, per amor patrio, dovrebbe essere una garanzia, e poi esiste anche il direttore dei lavori così come previsto dalla legge a maggiore garanzia sul corretto svolgimento dei lavori. Per ora, amici che siete lontani, vi propongo semplicemente la seguente immagine:

 

 

 

 

Oggi 11 Marzo sono stati riaperti i cancelli del cantiere fronte mare. Le pale meccaniche sono tornate in movimento ed è stata installata l'idrovora. Nei prossimi giorni i sommozzatori della Marina Militare scandaglieranno i fondali per verificare eventuali presenze di bombe e fissare i punti  interessati ai lavori in mare.

 

Cliccare sull'immagine per le altre foto

In molti si sono posti questa domanda. Da indiscrezioni pare che la maggior parte del materiale rimosso, che costituiva il muretto di protezione e separazione del marciapiede dall'area demaniale, sarà riutilizzato per la realizzazione del nuovo lungomare. Il materiale eccedente sarà messo a disposizione, gratuitamente, della popolazione. Tale mareriale, attualmente, è stato depositato in un luogo custodito così come di seguito si vede. 

 
 
 
 

Ieri 10.02.2009 è stata liberata la struttura del baby park e la pala meccanica ha incominciato a demolire quanto rimasto. Questa mattina è arrivato a Mola dalla Spagna il progettista Bohigas ed il suo staff per la verifica dello stato di avanzamento dei lavori.

 
 
 

 

Sono trascorse due settimane dall'inizio dei lavori e da tre giorni il cantiere è fermo. Forse non si è trovata ancora una sistemazione per chi abita la costruzione?